“Carso Trail 2017”, manifestazione di “bikepacking”, ovvero un’ avventura in autonomia non competitiva per mountain bike dove i partecipanti muniti di GPS dovranno seguire una traccia che li porterà ad attraversare i punti più spettacolari del Carso triestino, sloveno e isontino è stata presentata ufficialmente oggi (mercoledì 10 maggio) nel corso di una conferenza stampa, svoltasi nella sala giunta del Comune di Trieste. Presenti all’incontro l’assessore al Coordinamento Eventi Lorenzo Giorgi, con gli organizzatori: Rocco Filidoro e Matteo Giusti per MSP Italia, ente di promozione sportiva riconosciuto dal Coni e di Marco Sega per CarsoTrail.
Su un percorso di circa 350 km e con un dislivello di oltre 6000 metri, i quasi 200 partecipanti, con presenze anche da Germania, Svizzera e Austria, toccheranno alcuni dei punti più caratteristici e significativi del nostro territorio. Una gara non competitiva, senza limiti di tempo e rispettosa dell’ambiente, che partirà venerdì 12 maggio, alle ore 10.00, dal piazzale della pista ciclabile “Giordano Cottur” a San Giacomo, per concludersi entro tre giorni a Monfalcone. Il percorso toccherà tra l’altro la val Rosandra, Basovizza, i monti Lanaro, Tajano, la valle del Vipacco, San Daniele del Carso e ancora Il Carso isontino, Doberdò del Lago, il parco dell’Isonzo e Grado per concludersi in tutta tranquillità entro domenica a Monfalcone.
Eventi come questi di “bikepacking” -hanno spiegato gli organizzatori- sono di origine americana è rappresentano una nuova forma di turismo sportivo, dove non si gareggia contro avversari ma contro se stessi, i chilometri, la fatica e la solitudine, preferendo sempre la socializzazione.
Nata da un’idea di alcuni amici, la prima edizione di “Carso Trail” è coordinata dal Comune di Trieste in collaborazione con MSP, ente di promozione sportiva riconosciuto dal CONI, che garantisce a tutti gli iscritti l’opportuna copertura assicurativa. Lungo tutto il tragitto del percorso, che si snoda solamente su strade sterrate e poco trafficate, sarà previsto l’obbligo di osservare scrupolosamente il codice della strada, con l’assoluto rispetto della natura. Poco meno di 200 rider iscritti, ai quali si aggiungono anche diversi famigliari al seguito, che per alcuni giorni avranno modo di scoprire le bellezze dei nostri territori portando inoltre un indotto a ristoratori e albergatori locali.
Informazioni sul sito ufficiale del TuscanyTrail: www.carsotrail.it e su facebook: Carso Trail.

COMTS-GC