Il Comune di Trieste informa che a partire da domani, sabato 31 maggio, E CON ORARIO DALLE 8 ALLE 21, sarà attivo il

numero verde 800.91.21.71

al quale sarà possibile rivolgersi per avere informazioni sul Giro d’Italia: in particolare potranno essere chiesti chiarimenti sulla viabilità, le restrizioni al traffico, la collocazione dei parcheggi e su tutti gli eventi collegati (concerti, mostre, apertura straordinaria negozi e musei, Notte Rosa…).

> Foto storiche del giro raccolte dai fotografi del Gruppo Immagine del Comune.

L’esibizione della Pattuglia Acrobatica Nazionale delle Frecce Tricolori sarà la suggestiva premessa (domenica 1 giugno, intorno alle 15.30) dell’ultimo arrivo a Trieste del 97° Giro d’Italia di ciclismo. Sarà questo l’evento principale, prima dell’apoteosi finale, della “corsa rosa”, che per la terza volta nella sua storia si concluderà a Trieste (dopo le edizioni del 1966 e 1973, con le vittorie finali, rispettivamente, di Gianni Motta e Eddy Merckx), ricordando così che quest’anno sarà il 60° anniversario del ricongiungimento della Città all’Italia, oltre che centenario della nascita della “bandiera” del ciclismo triestino, Giordano Cottur.

Il programma degli appuntamenti e delle iniziative legate all’arrivo a Trieste del 97° Giro d’Italia:

La formazione della Pattuglia Acrobatica Nazionale – Frecce Tricolori presenterà un programma ridotto e studiato ad hoc, che prevede il volo di 9 aerei MB 339 in formazione sempre compatta senza la presenza del solista. La durata del volo sarà di circa 10 minuti, anziché i 25 minuti di una esibizione completa. Lo spettacolo sarà comunque garantito dalla splendida cornice del golfo di Trieste e dalla multicolore presenza dei ciclisti e degli appassionati. L’organizzazione tecnica della manifestazione è stata affidata all’aeroclub Friulano, mentre il direttore di manifestazione incaricato dall’aeroclub d’Italia è il Col Alberto Moretti già comandante delle Frecce Tricolori.
Il Comune di Trieste proporrà anche altre iniziative e appuntamenti collaterali come ad esempio, in collaborazione con le associazioni di categoria, “La notte bianca … si tinge di rosa”, il 31 maggio, che vedrà l’apertura straordinaria serale degli esercizi commerciali e lo spettacolo “Trieste plays pink – Trieste suona in rosa”, a cura di Tecnomedia, con l’esibizione, a partire dalle ore 21.00, in piazza Unità di due gruppi triestini: la SIP Band (che riprende il sound della tradizione del funky, soul e del rhythm & blues) e i Musique Boutique (che propongono jazz fusion e rhythm & blues). Nella Notte Bianca del 31 maggio, negozianti e titolari di pubblici esercizi effettueranno un’apertura prolungata delle proprie attività, offendo anche momenti d’intrattenimento e appuntamenti musicali a beneficio di residenti, visitatori e turisti. Ad esempio, a cura di Radio Punto Zero, sotto la sede della stessa, in Corso Italia 2, sarà realizzato uno spettacolo un intrattenimento di musica adatta alla situazione con alcune esibizioni della scuola di ballo Arianna con zumba e tango, oltre al solito nostro lancio di gadget della radio. Sempre il 31 maggio, in grotta Gigante, si terrà un spettacolo sportivo di performance estrema, con la risalita delle gradinate della grande cavità carsica in bike trial dell’atleta livornese Dario Iacoponi.
Dal 18 maggio al 2 giugno, nella sala comunale d’arte di piazza Unità, sarà invece possibile visitare liberamente la mostra commemorativa “Giordano Cottur pedalando nella storia. 1914-2014, nel centenario della nascita”(inaugurazione sabato 17 maggio alle 18.30). Sempre dal 18 maggio al 2 giugno, nella sala Umberto Veruda di palazzo Costanzi, sarà possibile visitare invece la rassegna fotografica “Fausto Coppi. L’airone alto nel nostro cielo”(inaugurazione sabato 17 maggio alle 17.00). Ancora per ricordare i 100 anni della nascita della “bandiera” del ciclismo triestino, Giordano Cottur, domenica 25 maggio, con ritrovo alle ore 9.00, in piazza Unità, partirà la ciclopedalata aperta a tutti “Verso il Giro”, che si svilupperà lungo 17 Km, percorrendo anche le strade della tappa finale del Giro d’Italia 2014.
A cura dell’Enel, tra le iniziative collaterali, nel punto Enel all’interno del palazzo del Tergesteo, dal 24 maggio al primo giugno, sarà esposta “La bicicletta di Coppi”. La mostra, ad ingresso libero, metterà in bella vista una delle 13 biciclette esistenti utilizzate dall’indimenticabile campione Fausto Coppi (la Bianchi matricola 999162 del 1958), un mezzo meccanico giunto alla sua massima evoluzione tecnologica per quel periodo. Al punto Enel sono previsti anche altri appuntamenti: il 20 maggio, con la tavola rotonda su “Le strade dell’energia”; il 28 maggio, con la presentazione del libro “Le bici di Coppi” scritto da Paolo Amadori e Paolo Tullini, edito da Ediciclo.
Di particolare significato anche l’adesione del Comune di Trieste a “Libri nel Giro”, che vede la biblioteca della bicicletta “Lucos Cozza”, in collaborazione con le biblioteche di Roma portare libri e storie in 33 biblioteche comunali, con i racconti del Giornalista della Gazzetta dello Sport Marco Pastonesi e con il cantante musicista Andrea Satta. Un primo laboratorio di “Libri nel Giro” si è già svolto il 9 maggio scorso alla biblioteca Mattioni di Borgo San Sergio, mentre un secondo appuntamento su “La bicicletta tattile 2 ruote per apprendere”, libero e aperto a tutti, si terrà il primo giugno, alle ore 10.00, alla biblioteca Quarantotti Gambini. L’iniziativa nazionale prevede che ogni giorno siano proposti video girati durante gli incontri nelle biblioteche. Inoltre, 21 racconti d’autore vengono portati in corsa da 21 corridori del Giro. Le biblioteche saranno coinvolte in un grande gioco dell’oca con 21 autori abbinati a 21 corridori, che porteranno i racconti in bici, durante la corsa, fino all’arrivo di Trieste con appuntamento finale alla Biblioteca comunale Quarantotti Gambini di San Giacomo.
Da ricordare infine che, domenica 1 giugno, la tappa conclusiva del 97° Giro d’Italia sarà caratterizzata anche dal passaggio delle biciclette storiche dei bersaglieri, che sfileranno davanti a piazza Unità d’Italia, accompagnati dalle note della Fanfara dell’XI Reggimento Bersaglieri di Orcenico.

Sarà un fine gara spettacolare, in mondo visione (con 171 tv collegate), nel suggestivo e unico scenario di piazza Unità d’Italia e di Trieste, dove sono attese ben più di 100 mila persone. Nelle due tappe finali del Giro 2014 -è stato rilevato- saranno percorse tutte le quattro province del Friuli Venezia Giulia, a dimostrazione della compattezza della nostra Regione, con l’auspicio che siano delle grandi giornate di festa.
Oltre agli appuntamenti collaterali, durante l’incontro, trasmesso in diretta streaming.