Da domani al via i Campionati nazionali assoluti di Atletica leggera di Trieste 2017

La sfilata degli Atleti Azzurri d’Italia, dei giovani rappresentanti delle diverse società sportive triestine e dei sodalizi di atletica leggera ha aperto questa mattina (giovedì 29 giugno) la cerimonia d’inaugurazione del rinnovato stadio Pino Grezar di Trieste, pronto da domani ad ospitare i Campionati nazionali assoluti di Atletica leggera, che ritornano nella nostra città dopo 49 anni.
La bella mattinata di festa è stata condotta dallo speaker ufficiale della Fidal Stefano Ceiner che ha passato il microfono agli interventi delle autorità locali presenti, con il sindaco Roberto Dipiazza, che ha brevemente ricordato le complesse vicende e problematiche legate al completamento dell’impianto che finalmente si apre per ospitare i Campionati nazionali. “Il Grezar è lo stadio più inaugurato d’Europa -ha detto simpaticamente- ma io sono un grande atleta, che da vent’anni fa i salti mortali”. Dipiazza non ha mancato infine di sottolineare la valenza della struttura, soprattutto per i giovani, e come la stessa, assieme al PalaTrieste-Cesare Rubini, allo stadio Nereo Rocco (che nel 2019 ospiterà la fase finale degli Europei di Calcio under 21) al Polo natatorio Bruno Bianchi eleva la nostra città ai vertici dell’impiantistica sportiva.
Parole di soddisfazione e apprezzamento sono venute anche dagli assessori comunali allo Sport Giorgio Rossi e ai Lavori pubblici Elisa Lodi, dalla presidente della giunta regionale del FVG Debora Serracchiani, da Franco Cipolla per il Coni e infine i presidenti provinciale e regionale della Fidal Emiliano Edera e Guido Pettarin. Quest’ultimo, come segno di stima e riconoscenza, ha consegnato agli assessori Elisa Lodi e Giorgio Rossi e all’arcivescovo mons. Giampaolo Crepaldi una targa celebrativa della Fidal realizzata per l’occasione.
Dopo gli ultimi puntuali interventi messi in atto dal Comune di Trieste, con un investimento di un milione di euro, l’impianto può contare così su una tribuna coperta con posti a sedere per 2.500 spettatori, di adeguati spazi e servizi, dei necessari impianti elettrici e d’illuminazione, nonché di tutte le attrezzature sportive che, secondo le norme Fidal, consentono l’omologazione dell’impianto che potrà così ospitare oltre ai Campionati italiani anche gare e appuntamenti internazionali.
L’impianto è stato benedetto dall’arcivescovo di Trieste mons. Giampaolo Crepaldi, mentre l’assessore Giorgio Rossi ha affidato il taglio del nastro alla collega Elisa Lodi e alle presidenti Marcella Skabar e Debora Serracchiani, tre belle donne -ha detto- che hanno fatto molto per realizzare e ultimare in tempo questa importante struttura, patrimonio della città, della Regione e di tutto il nostro Paese.
Il via ai Campionati italiani sarà dato nel pomeriggio di domani, venerdì 30 giugno. Dopo l’inquadramento degli Atleti Azzurri lungo il fronte tribuna della pista, alle ore 14.45, si terrà il previsto lancio di 4 paracadutisti del Centro sportivo dell’Esercito (l’ultimo scenderà con il tricolore) che atterreranno al centro del terreno di gioco del Grezar. Sulla pista seguirà il passaggio della fanfara dei bersaglieri in congedo “Enrico Toti” di Trieste, che eseguirà l’inno di Mameli e precederà, a cura dei vertici nazionali della Fidal, l’apertura ufficiale (alle ore 15.00) dei Campionati italiani individuali assoluti su pista di Trieste 2017. Subito dopo la prima gara in programma, quella del lancio del martello.
COMTS-GC